Bosco Difesa Grande
Notizie
Iscriviti alla newsletter

A contatto con la natura per sviluppare la creatività

martedì 26 febbraio 2019

I benefici derivanti dal contatto e dall’interazione con la natura sono evidenti e si manifestano sotto diverse forme, da quelle sensoriali al movimento.

Soprattutto per il bambino è importante, fin da piccolo, crescere e giocare all’aria aperta tra la natura del giardino di casa o quella del parco giochi della propria città. Fa parte della sua educazione. Sono infatti fondamentali per le sviluppo della fantasia e della creatività, quei giochi che nascono proprio a contatto con la natura magari in compagnia di altri bambini. L’esperienza di scoperta e gioco tra la natura, il guardare con significativo stupore alla meraviglia dei colori, la varietà delle qualità sensoriali, le trasformazioni legate al variare delle stagioni creano nel bambino un legame solido con l’ambiente naturale che porta nel contempo un certo rispetto per la natura per lo sviluppo nel futuro di una prospettiva ecologica. Il maturare esperienze positive a contatto con ambienti naturali permette ai bambini di vivere il territorio in maniera più consapevole, e agli adulti di rivere e ripensare al proprio ruolo nel mondo.

Inoltre, attraverso l’interazione con la natura si promuove un equilibrio tra mente e corpo, proprio in base alle esperienze personali. Il bambino è in continuo movimento, curioso del mondo e del suo corpo; immagina di essere il protagonista di un’avventura in mezzo alla giungla o su una nave; si costruisce un nascondiglio tra gli alberi; disegna con le foglie e i fiori. Le esperienze sensoriali vanno ad alimentare e quindi a stimolare determinate aree del cervello nel corso dello sviluppo.

Il contatto con la natura si trasforma, nel bambino e più avanti nell’adulto, in una risorsa da cui attingere idee, colori e immagini…possiamo accogliere tutto senza giudizio e trovare più facilmente il lato positivo delle cose.

Proprio il processo di creazione utilizza elementi presenti nell’ambiente, esteriore o interiore, per dare vita a qualcosa che non c’è. La natura ci offre le materie prime, non solo per la nostra sopravvivenza, ma anche per l’immaginazione e la creatività. Attraverso di essa possiamo, da adulti, esplorarla nuovamente, guardarla sotto aspetti diversi, e usarla attraverso modi nuovi di espressione…lontano dalla tecnologia.

Lascia un commento